Cerca

20 aprile, Tevere Day: “Aridatece la Riva Sinistra. Una ciclabile per farla vivere”

 Tutti insieme per un fiume più accessibile, più pulito e più sicuro, come merita, e finalmente fruibile dalla collettività. È partita, sulle pagine social dell’Associazione Tevere Day e su quelle dei soggetti aderenti, la campagna di sensibilizzazione “Aridatece la Riva Sinistra. Una ciclabile per farla vivere. Si tratta di un grido collettivo dal basso per chiedere pacificamente ma con determinazione alle Istituzioni competenti la realizzazione di una pista ciclabile sulla sponda sinistra del fiume, nel tratto da Ponte Marconi a Ponte Cavour, che completi il Piano Cantieri già previsto e finanziato con investimenti pubblici, anche grazie alle ripetute denunce di abbandono negli anni precedenti da parte delle Associazioni. L’iniziativa, che vede come testimonial Il Trio Medusa, è prevista per sabato 20 aprile, con appuntamento all’Isola Tiberina a partire dalle ore 10, affinchè cittadini e ad associazioni all’Isola Tiberina diano vita a un’azione collettiva partecipata. Sarà dunque un flash mob con doppio corteo, su due ruote o a piedi, a cui tutti sono invitati a prendere parte, con firma della lettera di richiesta ufficiale della ciclabile al Comune di Roma e alla Regione Lazio.

Con l’occasione, accompagnati dalle musiche della banda Cecafumo e dalle canzoni del Gruppo Le Maghe, si parteciperà a una ciclo-passeggiata sulla riva sinistra  del Tevere fino a Ponte Marconi e Tiberis, per indicare il tracciato possibile e osservare lo stato di degrado e incuria a cui è destinata  l’area e a cui la realizzazione della pista per le due ruote vuole apportare notevoli miglioramenti, portando gente e vita: <<Una ciclabile sulla sponda sinistra ha tanti significati, non solo quello del tempo libero e della mobilità compatibile – spiega il Presidente del Tevere Day Alberto Acciari – Rappresenterebbe un tassello fondamentale per affermare il più ampio progetto del Tevere come parco lineare. L’operazione, se portata a termine, avrebbe anche una importantissima funzione di riqualificazione ambientale e sociale. Come dimostrato dalla nuova vita della riva destra, frequentata quotidianamente da migliaia di romani e di turisti, la realizzazione di una ciclabile contribuisce a limitare gli insediamenti abusivi e ad aumentare sicurezza generale e decoro>>. A fargli eco sulla necessità di questa realizzazione, anche per permettere ai romani di riappropriarsi di un importantissimo tratto di sponda, di grande valore storico e archeologico, è il Trio Medusa, i noti comici romani Gabriele Corsi, Furio Corsetti e Giorgio Daviddi, da tempo supporter del movimento e testimonial d’eccezione, anche con un video-appello che invita a partecipare numerosi.

“Il Tevere Day 2024 si avvicina. – affermano i comici del Trio Medusa – Per quanto sia un’occasione di incontro e divertimento per i cittadini romani e non, che ogni anno partecipano numerosi, non vogliamo dimenticare lo scopo più importante di questa iniziativa: dare finalmente al Tevere la centralità che merita in una città come Roma. Sebbene sia risaputo che sulle sponde dei fiumi siano sorte le più importanti città del mondo, il passare del tempo e la vita sempre più frenetica hanno messo da parte il nostro fiume, relegato a spartitraffico tra lato destro e sinistro della città. Come ben hanno capito tutti gli amici impegnati nel Tevere Day, il nostro fiume è, e deve essere, una risorsa inestimabile per la città di Roma. Immaginare di poter attraversare la nostra città a cavallo di una bicicletta lungo le sponde del fiume senza bloccarsi nel traffico e con una vista mozzafiato tutt’intorno a noi, ci ha fatto subito sposare questa iniziativa che oseremmo definire “missione”, ringraziamo l’amico Alberto Acciari di averci coinvolto. Pensiamo sia veramente giunto il tempo di fare qualcosa di concreto per le generazioni future ed una città con un fiume con sponde percorribili nella loro interezza è una città attenta all’ambiente e, soprattutto, al proprio futuro.
Per questo invitiamo, nella campagna del Tevere Day, a firmare per la ciclabile sulla Riva Sinistra e ad essere tutti, il 20 aprile, alle 10,00, all’isola Tiberina. #nnamocetutti.
 
Associazioni e volti noti aderenti ad oggi
Oltre al Tevere Day che ha lanciato l’iniziativa, ad aderire alla campagna di sensibilizzazione sono già diversi volti noti e molte associazioni, che continuano ad aumentare. Tra queste: AICS Associazione italiana cultura sport, ASD Team Bike Terenzi, Trio Medusa (testimonial), Roberto Ciufoli, Decathlon, Legambiente, Touring Club Italiano, Velolove, FIAB Ruota libera, Salvaiciclisti, Tevere Point, Settimo Biciclettari, Discesa Internazionale Tevere, Green Mobility, Regina ciclarum, Associazione Isola Tiberina, Federazione Ciclistica Italiana, ASD Flaminia Bike, Bici Lazzaretti, Bike Fleming, Canottieri Roma, Canottieri Tevere Remo, Roma Cammina, Bike to school, Marevivo, Temple University, Tevereterno, Municipio 1, Municipio 8, Nuova Acropoli, LeTartarughe – Le Maghe, DMO H2O, DMO Tiberland, Gruppo VITUS, Limes Aps, Gruppo biciclettate, Retake Roma, Nuova Acropoli, Associazione Romana Acquerellisti, Riarteco, Banda Cecafumo, Radio Rock.
 
L’Associazione Tevere Day
Costituitasi a giugno 2019 per l’ideazione e l’organizzazione della prima edizione dell’evento Tevere Day, svoltosi il 27 ottobre dello stesso anno a Roma, l’Associazione Tevere Day con il presidente Alberto Acciari ha la missione di riportare alta l’attenzione sulla necessità di valorizzare e tutelare il Tevere. Considerato dagli studiosi il fiume più importante del mondo, questo corso d’acqua – secondo l’ente che promuove il mondo Tevere – merita di essere riportato al suo antico splendore, con interventi da parte delle Istituzioni preposte mirati a renderlo sano, fruibile e godibile. Un obiettivo che affonda le ragioni sul riconoscimento di questo patrimonio dal valore inestimabile in termini di cultura, storia, ingegneria, ambiente, sport e arte, e che ha l’ambizione ulteriore di creare un Museo del Tevere.

Condividi articolo