Stadi e strutture sportive ancora al 75% all’aperto, il 60% al chiuso

“La regola della capienza del 75% all’aperto e del 60% al chiuso si applica sull’intero territorio nazionale a prescindere dalla colorazione della zona”

 Fino al 31 marzo 2022, sull’intero territorio nazionale è consentito, esclusivamente ai soggetti in possesso delle certificazioni verdi COVID-19 da vaccinazione o guarigione, e nel rispetto della disciplina della zona bianca e dei protocolli e linee guida elaborate per l’accesso allo specifico servizio o attività, l’accesso a:

  • piscine,
  • centri natatori,
  • palestre,
  • sport di squadra e di contatto,
  • centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive, di cui all’articolo 6, per le attività che si svolgono al chiuso e all’aperto, nonché spazi adibiti a spogliatoi e docce, con esclusione dell’obbligo di certificazione per gli accompagnatori delle persone non autosufficienti in ragione dell’età o di disabilità;
  • impianti di risalita con finalità turistico-commerciale, anche se ubicati in comprensori sciistici;
  • partecipazione del pubblico alle competizioni e agli eventi sportivi, di cui all’articolo 5 del citato decreto-legge 52.

Pertanto l’accesso agli eventi ed alle attività sopra indicate è consentito alle persone in possesso della certificazione verde cd. ‘rafforzata’, a prescindere dalla colorazione delle regioni, nelle modalità e con le limitazioni eventualmente previste per la zona bianca.

Fonte: DIRE.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: