“300.000 euro o invio il vostro video a tutti”

Un ricco imprenditore di Roma Nord si è trovato con le spalle al muro quando una donna, probabilmente la figlia della sua amante, lo ha chiamato minacciandolo di inviare foto e video hard a tutti i conoscenti dell’uomo e intimando un pagamento di 300 mila euro su un conto corrente.

L’uomo, a questo punto, si è visto costretto a raccontare tutto alla moglie e a denunciare l’estorsione alle forze dell’ordine.

La prima indiziata era la figlia dell’amante, complice anche il fatto che il conto corrente al quale sarebbero dovuti arrivare i soldi era a suo nome.

A processo però, la donna ha negato tutto, dicendo “Io non ho ricattato mai nessuno, non è mia la voce al telefono. E poi, quale ricattatore è così stupido da indicare gli estremi del proprio conto corrente?”.

A questo punto il giudice ha disposto una consulenza fonica per identificare la voce e porre la parola fine a questa storia.