Cerca

Anas pronta a intervenire sull’Olimpica per metterla in sicurezza su richiesta del Mit. Comune Roma: positivo incontro con Anas

Gli uffici del Mit hanno chiesto informazioni ad Anas in relazione all’installazione di nuove barriere spartitraffico nel tratto compreso tra Ponte Tor di Quinto e innesto Via Salaria, a Roma. Il tratto interessato e’ di circa 1,6 km e l’importo stimato dei lavori e’ di circa 2,5 milioni di euro.

Per quanto riguarda l’approvazione della progettazione esecutiva, spiega in una nota il ministero, Anas prevede di terminarla entro poche settimane. Anas potrebbe dare inizio ai

lavori in primavera per una durata di 120 giorni naturali e consecutivi dalle 22 alle 6.

Il vicepremier e ministro Matteo Salvini, sottolinea ancora il ministero, “sta seguendo con particolare sensibilita’ il dossier, anche per la segnalazione di alcuni cittadini che hanno

evidenziato la pericolosita’ del tratto stradale. Il Mit ha gia’ sottolineato al Campidoglio l’attenzione per questo intervento, e come sempre c’e’ massima collaborazione istituzionale”.

Nella giornata odierna, infatti, si è tenuta una riunione tra l’assessore ai Lavori pubblici di Roma Capitale Ornella Segnalini e i responsabili Anas per valutare la fattibilità della barriera spartitraffico su via del Foro Italico.

Dalle prime interlocuzioni risulterebbe tecnicamente fattibile l’inserimento della barriera spartitraffico a meno di un unico punto singolare che richiederebbe lo spostamento del lampione esistente.

Sono in corso gli ultimi approfondimenti da parte di Anas e appena ricevuto il progetto, se le valutazioni definitive daranno esito positivo, il Csimu provvederà alla tempestiva approvazione per incaricare Anas della relativa realizzazione che dovrebbe avvenire a partire dal mese di aprile 2024.

Anche a seguito dell’installazione delle barriere verrà comunque mantenuto il limite di velocità 50 km/h tenuto conto che si tratta di un elemento essenziale ai fini della sicurezza degli utenti stradali.

“Sull’inserimento delle barriere in via del Foro Italico con il Sindaco Gualtieri non ci siamo mai fermati. Progettazioni di questo tipo richiedono un lavoro di precisione e fatto con i dovuti criteri tecnici. La strada ha una sua geometria che va rispettata e per la quale bisogna tenere conto di ogni variabile. Nel frattempo, abbiamo adottato alcuni interventi come l’abbassamento della velocita da 70 a 50 km/h, che manterremo in ogni caso, e l’apposizione delle bande di rallentamento, come il segnale ottico installato in corrispondenza del dosso. Con Anas abbiamo avuto un incontro positivo e appena il progetto sarà approvato, partiranno i lavori di installazione delle barriere”, commenta l’assessore ai Lavori pubblici di Roma Capitale Ornella Segnalini

Condividi articolo