Atac, nuove biglietterie automatiche. E il biglietto diventa card

Atac sta posizionando nuove biglietterie automatiche che adottano la tecnologia chip on paper. Al posto del normale biglietto emettono una card, denominata +Roma in tasca, che consente di conservare i titoli di viaggio acquistati su un unico supporto elettronico. Le card possono essere ricaricate, oltre che nelle nuove biglietterie automatiche – utilizzabili con carta di credito -, anche nelle biglietterie ATAC e negli oltre 1.000 punti vendita diffusi sul territorio (tabacchi, bar, edicole e tourist point). Le nuove biglietterie automatiche si aggiungono a quelle già attive e saranno 100 entro fine anno.

“Si tratta”, afferma Atac in una nota, “di una nuova tappa del percorso di digitalizzazione che ATAC ha intrapreso per semplificare gli strumenti di pagamento”. Percorso avviato con la possibilità di “accedere con carta di credito in metropolitana, grazie al sistema Tap&Go”. Entro la fine del 2022, preannuncia Atac, “l’intera flotta di superficie sarà attrezzata per offrire lo stesso servizio”.

“L’obiettivo”, prosegue l’azienda romana del trasporto pubblico, “oltre a migliorare l’esperienza di acquisto del cliente, è diminuire sempre più l’emissione di biglietti cartacei in favore dei pagamenti digitali, consentendo da un lato di ridurre i costi di gestione e dall’altro di incentivare comportamenti più green e sostenibili”.

Per incentivare l’uso del nuovo supporto, fino al prossimo 12 luglio le card +Roma in tasca saranno emesse gratuitamente. Dal 13 luglio la card costerà 50 centesimi per acquisti di titoli inferiori a sette euro, mentre rimarrà gratuita per acquisti superiori. Sulla card si possono caricare BIT100 minuti, anche con acquisti multipli fino ad una scorta massima di 12 biglietti, oltre che i biglietti turistici 24-48-72 ore e la Carta Settimanale (CIS).

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: