Cerca

Auto ribaltate, boom di incidenti a Porta di Roma e Prati Fiscali. Cittadini chiedono più sicurezza stradale

Tanti, troppi incidenti stradali affliggono il III Municipio di Roma, nello specifico Prati Fiscali, Porta di Roma e dintorni.

Negli ultimi mesi si sono intensificate le segnalazioni di sinistri da parte dei residenti che sembrano non avere tregua.

Automobili ribaltate, investimenti a discapito dei ciclisti e sinistri gravi, a volte anche fatali, sono solo alcuni degli scenari che si verificano sulle strade che sembrano un campo di battaglia.

Ben 3 sono i ribaltamenti avvenuti da gennaio che hanno coinvolto le auto in sosta e lo spartitraffico con necessario intervento da parte del 118 e delle forze dell’ordine.

Ad aggiungersi c’è la pista ciclabile presente nell’ultimo tratto di Via Val D’ala all’incrocio con Via Prati Fiscali.

Amata da molti e definita un arricchimento per il quartiere, se fosse spostata nell’area verde dello spartitraffico. Mentre per altri è ritenuta un ingombro che va a ridurre lo spazio della carreggiata diventando un potenziale pericolo.

Situazione non è diversa a Porta di Roma, quartiere dell’omonimo centro commerciale, in cui molte strade sono gli anelli deboli della circolazione tra cui Via Carmelo Bene e Via Val Melania all’incrocio con Monte Cervialto.

Le cause sono molteplici dei disagi. La guida spericolata, le auto che sfrecciano, strade che sono diventate invivibili con macchine che non fermandosi impediscono l’attraversamento e le piante trascurate che rendono difficile la visibilità.

La situazione incontrollata richiede degli interventi necessari ed urgenti. All’unanimità i residenti chiedono misure adeguate per il controllo della velocità come l’installazione di autovelox fissi e tutor fissi, perché gli autovelox arancioni presenti sembrano non bastare e non hanno mai funzionato a detta dei cittadini.

Servirebbe anche più Polizia Locale a battere le strade del territorio e fungere da deterrente. Da parte loro gli automobilisti però dovrebbero lasciare il cellulare nel portaoggetti. Cosa che spesso non avviene.

Fateci sapere che ne pensate.

LPR

Condividi articolo