Bancomat, “errore al prelievo”: l’ultima truffa del finto funzionario. Ecco come truffano gli anziani

Una nuova truffa legata al bancomat, e perpetrata a i danni degli anziani, si sta diffondendo in Italia. L’allarme arriva direttamente dalla Polizia di Stato, che sui suoi canali ufficiali ha messo in guardia tutti i cittadini su un raggiro che sta diventando piuttosto di moda in diverse città.” Ci giungono segnalazioni per dei tentativi di truffa fatti da un finto impiegato di banca o della posta”, si legge nel comunicato della Polizia di Stato, che ha poi descritto nel dettaglio come avvengono i raggiri: “Il truffatore avvicina un anziano che ha da poco prelevato contanti, chiedendo di controllare il numero di serie delle banconote, che potrebbe avere un ‘errore’”. Ovviamente nulla di tutto ciò è vero, è solo un modo per ottenere i contanti e mettere in atto il piano criminale. È in quel momento, infatti, che avviene la truffa: “La vittima, fidandosi, consegna i soldi in mano al truffatore che molto velocemente li sostituisce con dei soldi falsi. Condividete con i vostri anziani e aiutateli a difendersi”, è la chiosa della Polizia di Stato. La quale sul proprio sito continua ad aggiornare i modi e le tecniche nuove in cui vengono condotte questo tipo di truffe legate al bancomat.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: