Cerca

Caccia all’oro bianco a Roma Nord. La Regione dà l’ok per approfondire le ricerche nell’area di Cesano e dintorni

Pubblicate sul BUR Lazio il 22 febbraio, le Determine della Regione Lazio autorizzano una compagnia privata alla ricerca di litio, nella zona a nord della Capitale per due anni.

Il litio è tra i 30 minerali critici in elenco UE per importanza economica. È fondamentale per le batterie delle auto elettriche. I progetti approvati, “MELAZZA” e “CASSIA”, insistono rispettivamente su Comune di Roma, Campagnano, Anguillara Sabazia per 368 ettari e Comune di Roma, Campagnano di Roma, Mazzano Romano e Formello con una area di 2589 ettari.

Scopo della ricerca è scovare giacimenti da estrarre mediante brine geotermiche. Al momento si tratta di una fase conoscitiva che vedrà impegnati in campo dei geologi per le rilevazioni necessarie.

L’attività di ricerca nel Lazio di Altamin, parte nel 2022, per mezzo della controllata Energia Mineral srl, con un’attività di campionamento nei pozzi geotermali, scavati dall’Enel nei primi anni del 1900, tra Campagnano e Cesano.

Le indagini rivelano un potenziale giacimento con presenza di livelli significativi di litio tra 1500 e 2000 metri sotto la superficie. A questo dato incoraggiante è dovuto l’aumento dell’area di progetto richiesta alla Regione, estendendo la copertura del 500%.

Nel Lazio si aggiunge ad Enel Green Power, da anni operativa su Cesano, assieme a Vulcan Energy.

In corso dunque una grande mobilitazione di colossi azionari ed ingenti capitali nel Lazio. Il prezzo del litio, intanto, scende, l’aumento dell’offerta del minerale sul mercato ne ha causato il crollo. Le grandi compagnie cinesi di estrazione annunciano un calo di utili tra il 60 all’80 per cento

Poi ci sono le associazioni che vivono il territorio, la cui unica preoccupazione è l’impatto ambientale ed urbanistico quando si inizierà l’estrazione. “Questo areale, oltre alla presenza di numerose testimonianze storiche e naturalistiche, risulta essere fragile e compromesso, considerata anche l’avanzata dell’urbanizzazione degli ultimi anni verso l’hinterland romano” scrive Valorizziamo Veio.

Laura Tegliai

Condividi articolo