Cerca

Comprava i “GRATTA E VINCI” e li rivendeva senza autorizzazione. Nei guai edicola a Labaro.

Un edicolante di Labaro, oltre a riviste e giornali, rivendeva Gratta e Vinci nel proprio punto vendita senza autorizzazione.

Facendo così, non era costretto a pagare l’abituale canone annuale allo stato. Sono stati quindi sequestrati quasi 500 gratta e vinci dagli operatori di controllo dell’agenzia per i monopoli di stato del Lazio.

Proprio seguendo uno dei clienti, gli accertatori sono arrivati all’edicolante, risultato sprovvisto del necessario contratto con il concessionario per l’autorizzazione alla vendita, in relazione alla quale ha dichiarato di essere in attesa della risposta per effettuare regolarmente la compravendita.

Ma non gli è bastato per evitare la sanzione. Il proprietario dell’edicola dovrà quindi pagare una multa fino a 10.000 euro, da aggiungersi al sequestro di tutto il materiale illecito trovato nel negozio.

Condividi articolo