FRASI OFFENSIVE E DIFFAMATORIE SUI SOCIAL NETWORK NEI CONFRONTI DEL GENERALE CARLO ALBERTO DALLA CHIESA E DELLA FIGLIA RITA.

 I Carabinieri del Comando Provinciale di Roma, su delega della locale Procura della Repubblica, hanno eseguito una perquisizione domiciliare nei confronti di una persona gravemente indiziata di essere l’autore di numerose frasi offensive e diffamatorie indirizzate al Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa e alla figlia Rita Dalla Chiesa, pubblicate sul social network Instagram a partire dallo scorso mese di dicembre. Nello specifico, i Carabinieri della Sezione Indagini Telematiche del Nucleo Investigativo di Roma, coordinati dalla locale Procura della Repubblica, sono risaliti alla connessione internet da cui erano stati creati i numerosi profili “falsi” attraverso i quali erano state proferite le frasi diffamatorie. Durante la perquisizione sono state rinvenute tracce informatiche riconducibili ai profili “falsi” sui dispositivi in uso a familiari dell’indagato. Anche i predetti sono stati deferiti all’autorità giudiziaria e sono stati posti sotto sequestro due telefoni cellulari ed un computer.

Secondo l’ipotesi accusatoria, i soggetti in questione, attraverso diversi account “falsi”, in almeno nove occasioni avrebbero ripetutamente pubblicato commenti diffamatori nei confronti di Rita Dalla Chiesa e dei suoi familiari. È doveroso precisare che si è nella fase delle indagini preliminari e che i soggetti in questione devono considerarsi non colpevoli sino alla condanna definitiva.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: