Cerca

Giannini (LEGA): Treni ferrovia Roma nord come carri bestiame, proporremo a Salvini commissariamento opera.

“Le immagini che ci giungono ormai quotidianamente dalla Ferrovia ‘Roma Nord’ sembrano provenire da paesi del terzo mondo, ma arrivano in realtà dalla periferia della Capitale, da stazioni come quella di Saxa Rubra dove, a causa delle tantissime corse soppresse, convogli stracarichi come carri bestiame effettuano le fermate senza che i pendolari riescano in alcun modo a salire a bordo. Questi ultimi quindi, esasperati e stravolti, sono costretti ad aspettare anche più di un’ora davanti ai binari per riuscire a recarsi a scuola o a lavoro”. Lo scrive in una nota il consigliere regionale del Lazio della Lega, Daniele Giannini. “Una situazione che ha dell’incredibile e dell’intollerabile allo stesso tempo – prosegue – che è peggiorata ancor di più quest’anno con il passaggio di gestione da Atac a Cotral. Sulla falsariga di quanto sostenuto anche da moltissimi comuni della provincia a nord di Roma, come Castelnuovo di Porto, dove è stata addirittura presentata dalla Lega locale una mozione, approvata all’unanimità da maggioranza e opposizione, per il commissariamento della tratta, proporremo al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti di avocare a sé l’opera, viste le ripetute condizioni di inefficienza e incapacità da parte, prima di Roma Capitale e ora della Regione Lazio, nel salvaguardare pendolari e personale di servizio. Per noi rappresenta una priorità e la porteremo molto presto all’attenzione del Ministro Salvini, affinché possa valutare, con tutte le disamine del caso, di prendere in carico la ferrovia Roma-Viterbo, linea di collegamento già più volte giunta alle prime posizioni tra le tratte peggiori del nostro Paese, ma mezzo di trasporto fondamentale e strategico, utilizzato ogni anno da centinaia di migliaia di persone”.

Condividi articolo