Cerca

I commercianti di RETE TRIONFALE si aggiudicano un bando da 100mila euro, ma sono ancora in attesa dei fondi

Gli imprenditori che fanno parte della Rete Trionfale sono 58 con attività commerciali nell’area tra via Cipro, Mercato Trionfale, via Ottaviano, via Candia, viale Giulio Cesare e piazzale degli Eroi.

L’anno scorso hanno partecipato ad un bando della Regione Lazio e si sono aggiudicati 100mila euro per realizzare un progetto a sostegno del piccolo commercio su strada e valorizzare il quartiere.

Si tratta di interventi di qualificazione e riqualificazione di aree verdi o urbane, creando totem informativi, strumenti digitali, eventi speciali.

L’intenzione è replicare il modello vincente di Balduina’S, nel quartiere limitrofo. In cantiere ci sono una piattaforma informatica per il Marketplace locale, una Carta fedeltà di quartiere, attività formative e informative di educazione ambientale e digitale.

Tutto attraverso piani di comunicazione anche social. I primi 30mila euro di contributo, erogati dalla Regione, dovevano essere già arrivati, ma a causa di un intoppo burocratico, quei fondi sono finiti tra gli avanzi dell’amministrazione e per poterne disporre il I Municipio dovrà prima attivare una procedura di variazione di bilancio.

Da mesi dunque è tutto fermo, inutili i solleciti spiegano da Rete Trionfale, e così si è passati alla diffida legale.

In attesa degli esiti, intanto il progetto è già partito, sostenuto economicamente dai commercianti che ancora devono ricevere quanto spetta loro da bando.

Il progetto è realizzato in vista del Giubileo 2025, in due zone, Prati e Trionfale, che saranno tra le più rilevanti per l’Anno Santo.

L’intento è differenziarsi rispetto al turismo selvaggio “mordi e fuggi” offrendo quartieri vitali e culturalmente propositivi.

“Questa è un’occasione che non possiamo perdere” , dicono i commercianti di Rete Trionfale. E come dargli torto?

Laura Tegliai

Condividi articolo