Cerca

I disastri dell’Atac, un servizio colabrodo. 

L’agenzia Acos, istituita dal Campidoglio per monitorare la qualità dei servizi, ha messo insieme i tweet pubblicati sul sito ufficiale della municipalizzata “InfoAtac”, realizzando una mappatura delle criticità degli autobus, delle metro, dei tram e delle ferrovie in concessione. Tra il 1° gennaio di quest’anno e il 20 agosto, emergono casi eclatanti, come quello della circolare 52d sospesa per quasi 123 ore in 7 mesi, ma sono problematiche pure le fermate del centro e della B1 e non rappresentano l’unico esempio. Si tratta del monte-ore di chiusure e rallentamenti dovuti non solo a cause imputabili al gestore, come guasti e malfunzionamenti, ma anche per fatti esterni, come incidenti stradali o malori dei passeggeri, che hanno influito sulla circolazione regolare dei mezzi pubblici. Quest’anno, comunque, Atac intende spendere quasi 6 milioni di euro per acquistare altri 33 autobus in sostituzione di quelli vecchi.

Condividi articolo