I romani si rassegnano a non differenziare i rifiuti?

La differenziata dell’Ama non funziona, la raccolta porta a porta non è adeguatamente organizzata e così costa 75 milioni l’anno. Il problema sta nel fatto che, con i cassonetti aperti e incustoditi, i cittadini sono ormai rassegnati, e molti oramai disamorati, non differenziano nemmeno più, soprattutto non dividono la carta dalla plastica, finisce tutto mischiato, quindi manca il riciclo e per portarli alla discarica i costi aumentano. Al contrario, se i due materiali venissero divisi, si potrebbe arrivare ad un ricavo di 16 milioni di euro. Tra l’altro, i cassonetti sono troppo spesso debordanti, i cittadini lasciano i sacchetti su strada, i compattatori passano e raccolgono tutto insieme, così la differenziata ormai è ferma al 46%.

Municipio XV. Un quartiere senza barriere, un mondo senza barriere

Il 3 dicembre, in occasione della Giornata Internazionale della Disabilità, è in programma un percorso nel territorio del Municipio XV per il censimento delle barriere architettoniche.

Leggi Tutto »

Dall’8 dicembre via al piano mobilità per le festività natalizie

Il Sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, e l’Assessore alla Mobilità, Eugenio Patanè, hanno presentato oggi il Piano degli interventi per la mobilità in occasione delle prossime festività,

Leggi Tutto »

6 dicembre, Museo Crocetti: Ruggero Marino presenta il suo libro “Dante Colombo e la fine del mondo”

Martedì 6 dicembre alle ore 17, al Museo Crocetti via Cassia 492, Ruggero Marino presenterà il suo ultimo libro “Dante Colombo e la fine del

Leggi Tutto »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: