Incendi e rifiuti a Roma nord: cittadini esasperati

Roma nord è sommersa dai rifiuti che rimangono a terra intorno ai cassonetti, attirando formiche, blatte, topi, vermi, cinghiali e piromani.

Tra i quartieri di Balduina e Monte Mario i cittadini si dicono esasperati dalla mancanza di decoro e pulizia in cui versa Roma Capitale.

Questa notte sono stati incendiati diversi cassonetti tra largo Giorgio Maccagno e via Romeo Rodriguez Pereira, con intervento dei Vigili del Fuoco, chiamati dai residenti svegliati dall’odore acre dei rifiuti bruciati.

Si punta il dito verso le amministrazioni centrali e periferiche del Comune di Roma, che di fatto non riescono ad affrontare in modo risolutivo il problema dei rifiuti.

Lo stato di emergenza è quotidiano e perdura da troppo tempo, nonostante il Sindaco di Roma Roberto Gualtieri abbia chiesto ed ottenuto poteri straordinari per la gestione dei rifiuti, che rimangono a terra intorno ai secchioni e non vengono più raccolti da molti netturbini dell’Ama, che si lamentano per aver dovuto raccogliere rifiuti di ogni tipo, con potenziale rischio igienico sanitario sul posto di lavoro, aggravato dalla difficoltà ad usare i pochi mezzi meccanici a disposizione e senza sapere bene come differenziare e dove conferire i rifiuti sempre più abbandonati ed accatastati.

Entro questo mese di luglio 2022 il Sindaco di Roma Roberto Gualtieri dovrebbe ricevere il nuovo piano industriale di Ama, che partirà dal 2023 e scadrà nel 2028.

Testo e foto di Luca Pagni per Zona Roma Nord

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: