Cerca

Incontr’Arti

Dal 21 ottobre al 8 dicembre 2023 all’ area archeologica di Malborghetto e Villa di Livia  performance e incontri all’insegna della contaminazione tra arti performative e scienza

“Incontr’Arti – Luoghi e visioni di terra e di cielo”, è un progetto culturale che si sviluppa a Roma dal 21 ottobre al 8 dicembre 2023 presso la Villa di Livia e nell’area archeolologica di Malborghetto e che ha come elementi chiave la cultura accessibile e a basso impatto, spazi ricchi di storia e di verde e incontri gratuiti, costruiti per accrescere la conoscenza e soprattutto la socializzazione nel territorio.

Nell’ambito delle Aperture straordinarie del  Piano di Valorizzazione 2023 promosse dalla Soprintendenza Speciale di Roma, il progetto ideato da  Teatri di Pietra e Pentagono Produzioni Associate offre un programma che nasce dal connubio sinergico tra le arti performative (teatro, musica, danza, arti visive) e le discipline  sociali e umanistiche, per far sì che il teatro-danza possa dialogare con la riflessione scientifica, la botanica con il mito classico, la musica con gli elementi della natura, la creatività con la cura e il benessere della persona. Una transdisciplinarietà che supera il semplice accostamento tra arte e conoscenza e punta alla pratica consapevole della cultura, con azioni concrete e riproponibili anche nel quotidiano e accessibili a tutte e a tutti.  I linguaggi performativi possono infatti dialogare con tutte le discipline che promuovono il benessere equo e sostenibile, per l’uomo, per la comunità e per il pianeta.

Artisti e interpreti saranno Rino DI MARTINO,  Diego SOMMARIPA, Carlotta BRUNI, Luisa STAGNI, Sebastiano TRINGALI, Marco SCHIAVONI, Mario  BRANCACCIO, Simona ESPOSITO, Cinzia MACCAGNANO, Matteo GENTILUOMO, Elisa CARTA CAROSI, Rosa MERLINO, Luca PIOMPONI, Lucia CINQUEGRANA, Lucrezia SERAFINI; i contributi scientifici sono di Maria Clara AMATO, naturopata, Leonardo SCUDERI, botanico, Silvia AVERSANO, biodiscipline, Dott.ssa Stella CALDERONE, endocrinologa e omeopata, Stefano TREGGIARI, coordinatore rete eco-museale Monti Sibillini.

Per la Soprintendenza diretta da Dott.ssa Daniela Porro e i  responsabili della valorizzazione e dei siti , Arch. Alessandro Mascherucci e Dott.ssa Angelina De Laurenzi, “Incontr’arti  è una proposta  culturale che  affianca e arricchisce  le azioni di valorizzazione delle aree archeologiche  di Villa di Livia e Malborghetto, patrimonio che insiste su un territorio importante, cerniera tra la periferia addossata alla via Flaminia e il centro, in un comprensorio che va da Labaro a Prima Porta per estendersi sino alla via Cassia e toccare i comuni limitrofi di Sacrofano, Formello, Cesano, una zona estesa che le nostre aree archeologiche possono certamente contribuire a rivitalizzare”.

“Il progetto propone e apre spazi e visioni  alternativi ai consueti centri di aggregazione  del XV Municipio (Ponte Milvio, Vigna Clara), spiega il direttore artistico Aurelio Gatti, – “focalizzandosi sul patrimonio storico e paesaggistico dei siti della periferia Nord della Capitale. La gratuità del biglietto vuole ampliare la partecipazione ad un progetto condiviso e favorire fasce di pubblico giovanile  e di cittadinanza che vivono una condizione di disagio, sociale oltrechè culturale”.

Realizzato con allestimenti a basso impatto, sia per armonizzarsi con i luoghi storici e paesaggistici di pregio – Villa di Livia a Prima Porta (Parco, Lauretum, Area dei mosaici) e Malborghetto sulla Via Flaminia (Antiquarium e Parco) – che per una una scelta di sostenibilità, il programma si svolgerà alle 11 del mattino anche  per facilitare  l’uso  dei mezzi del trasporto pubblico. Grazie alle Aperture straordinarie previste dal  Piano di Valorizzazione della Soprintendenza Speciale di Roma, Villa di Livia e  Malborghetto saranno accessibili alla visita  dalle ore 10,00 di ogni giornata del calendario di eventi.

Condividi articolo