Cerca

Ospedale Sant’Andrea, il caring massage arriva in sala pre-operatoria

Il Caring Massage si diffonde all’ospedale Sant’Andrea di Roma e viene offerto oggi anche ai pazienti in sala pre-operatoria. L’ospedale capitolino dal 2019 ospita la comunità infermieristica “Con Cura” che esercita tale pratica integrandola nelle cure assistenziali a beneficio dei pazienti in trattamento. Il Caring Massage è una cura infermieristica complementare che verte sul contatto: un massaggio moderato e leggero offerto ai pazienti per aiutarli a ridurre lo stress e alleviare il senso di ansia. È finalizzato, spiega l’Ao in una nota, “al benessere attraverso una relazione infermiere-paziente che regala un momento di sollievo e di vicinanza empatica”.

Avviata inizialmente con i pazienti oncologici e onco-ematologici, durante i ricoveri o nel periodo di trattamento chemioterapico, tale pratica viene oggi offerta anche in chirurgia senologica e in cardiochirurgia. Arriva persino in seduta operatoria: per alleviare ansia e timori prima dell’intervento, è stata eseguita a beneficio del paziente in sala pre-operatoria, prima della somministrazione dell’anestesia. Un ampliamento del servizio che va di pari passo con la crescita della comunità infermieristica del Sant’Andrea che pratica il Caring Massage: sono sempre più numerosi gli infermieri che si formano per eseguire tale particolare massaggio, con un investimento volto a diffondere una diversa cultura dell’assistenza infermieristica.

“Prendersi cura è differente dal curare – spiega nella nota Carmen Cappitella, Direttore ff delle Professioni sanitarie e promotrice dell’adozione del Caring Massage al Sant’Andrea – Significa riconoscere e accogliere la persona assistita nella sua globalità, significa riconoscere il fatto che dentro quel corpo vi è un individuo con i suoi sentimenti, le sue emozioni, la sua storia. Umanizzare l’assistenza è il valore aggiunto della professione infermieristica”.

“La diffusione del Caring Massage – aggiunge il Direttore generale, Daniela Donetti – si inserisce nell’ambito delle politiche strategiche aziendali per la valorizzazione delle risorse umane, concorrendo al raggiungimento degli obiettivi di performance aziendale, le professioni sanitarie acquisiscono al Sant’Andrea un nuovo ruolo strategico, coprotagonisti oggi anche nell’ambito dei rinnovati processi gestionali e di budget”.

Condividi articolo