Cerca

Pista ciclabile Roma Nord inagibile. “Presto interventi sfalcio”.

La pista ciclabile Roma Nord che per 10 km collega Ponte Milvio a Castel Giubileo è pericolosa sia per i pedoni che per i ciclisti, per la vegetazione folta ed alta anche 2 metri, lungo la dorsaleTevere nei tratti urbani.

Lo denuncia il presidente di Biciroma, Fausto Bonafaccia, dopo aver ricevuto numerose segnalazioni.

Davanti l’ACEA dei cordoni gialli interrompono la pista ciclabile che è difatto inagibile.

Gli utenti ricordano indignati che “ieri un ciclista si è sentito male e ha chiamato il 118 finendo all’ospedale con il codice rosso: l’ambulanza è arrivata con molta fatica e per farla passare abbiamo rischiato di cadere nel fosso; il giovane in attesa dei soccorsi è rimasto sdraiato nella folta vegetazione per più di un’ora, con il rischio di punture di insetti, ragni e del veleno sparso dalle processionarie.”

Dal XV MUNICIPIO il presidente, Daniele Torquati, prova a tranquillizzare i ciclisti, scrivendo che “a marzo scorso sono stati fatti degli interventi di riparazione come richiesto dal Municipio. L’anno sorso invece gli sfalci sono iniziati il 20 giugno. Anche per questo a parte gli interventi di

manutenzione straordinaria l’obiettivo è di fare in modo che il Dipartimento sia costante nella

manutenzione. Spero che questo sia l’ultimo anno del vecchio appalto e che dal prossimo

anno si possa fare un appalto triennale. L’11 maggio abbiamo fatto una nota di richiesta” allegando una missiva con cui il presidente del Municipio XV “chiede di voler provvedere, con ogni consentita urgenza, allo sfalcio della vegetazione presente nel tratto della pista ciclabile che va da Castel Giubileo a Ponte Milvio” rivolgendosi al CSIMU Dipartimento Coordinamento

Sviluppo Infrastrutture e Manutenzione Urbana.

Anche l’assessore all’ambiente del XV Municipio, Marcello Ribera, evidenzia che “la ciclabile non è di competenza del municipio ma del dipartimento comunale. Abbiamo scritto molte note e ad inizio luglio dovrebbero iniziare gli interventi.”

Condividi articolo