Ponte Flaminio

Il prossimo Consiglio del Municipio Roma XV, convocato per martedì 2 agosto 2022, tratterà diversi temi importanti non solo per il nostro territorio.

Si tornerà a discutere su come affrontare e superare la situazione di forte degrado che da ci molto tempo caratterizza la parte sottostante di Ponte Flaminio che con l’asse viario del Corso di Francia unisce il centro della città di Roma con le consolari Flaminia e Cassia.

Riportiamo alcuni stralci della proposta di risoluzione del 20 giugno 2022 sul Ponte Flaminio.

Ponte Flaminio versa in stato di completo abbandono e il quadro che si prospetta oggi ai tanti cittadini, visitatori e pendolari è a dir poco desolante: graffiti, erba incolta, parti della struttura ammalorate, fontane prive di acqua e utilizzate come cassonetti per l’immondizia.

Nella parte inferiore del ponte, sotto le arcate, si contano almeno 3 insediamenti abusivi (evidenziati con nota del 21.01.2022 – CU4776) che hanno contribuito all’ammaloramento della struttura con allacci alla rete elettrica e cavi scoperti.

Sul lato della sponda destra sono stati piantati dei picchetti sul travertino per costruire una sorta di scala.

Alcuni fari del ponte sono spenti da tempo, probabilmente a causa degli allacci abusivi appena citati, con cavi facilmente visibili tra i chiodi piantati nella facciata del Ponte Flaminio.

Il noto “Insediamento fronte via Riano/Pista ciclabile/Sottopasso naturale Corso Francia” è stato certificato in data 28/01/2022 con nota prot. CU/7366 della Polizia Locale di Roma Capitale.

Durante la Commissione congiunta del 3 febbraio 2022 venne data contezza tramite immagini in diretta, della situazione in cui versava l’area in questione, con poche persone adulte e senza bambini che rifiutavano l’assistenza, come documentato dal Consigliere Massimiliano Petrassi che evidenziò le criticità di carattere sociale, sanitario ed ambientale, risalenti al 2018 e reiterate nel tempo.

La Presidente della Commissione Pari Opportunità insieme al Presidente della Commissione Politiche Sociali, si adopererarono per verificare la situazione delle donne e dei bambini che da tempo stazionano nel sottopasso di Corso Francia.

Domenica 31 luglio 2022 alle ore 17 abbiamo fatto un sopralluogo sopra e sotto il Ponte Flaminio.

Nella parte inferiore del ponte, sotto le arcate, non abbiamo contano almeno 3 insediamenti abusivi ma ne abbiamo trovato 1 solo e lo abbiamo visitato in tutta tranquillità. Tre uomini adulti ci hanno accolto sorridenti, dicendoci di non avere bisogno di soldi o di cibo ma solo di assistenza per avere i documenti che attestino la loro residenza a Roma perché senza documenti si sentono invisibili e senza diritti.

Ci hanno fatto vedere e fotografare tutto, evidenziando che non hanno illuminazione ed in effetti non abbiamo visto alcun cavo elettrico penzolante sotto Ponte Flaminio.

Risalendo dalle scalette abbiamo appurato un forte degrado ambientale con fontane vuote e piene di arbusti secchi, oltre alle soliste scritte sul Ponte Flaminio risalenti a diversi anni fa.

I residenti di Roma nord confidano che si possa affrontare e superare una volta per tutte la problematica degli insediamenti abusivi e delle discariche, per una migliore qualità della vita con una reale e sicura libertà di movimento, nel pieno rispetto delle matrici ambientali e della salute dei cittadini.

Articolo di Luca Pagni per Zona Roma Nord

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: