Cerca

𝘼𝙢𝙞𝙖𝙢𝙤 𝕒𝕚𝕦𝕥𝕒𝕣𝕖 ʟᴇ ᴘᴇʀsᴏɴᴇ 𝑎 𝑟𝑒𝑎𝑙𝑖𝑧𝑧𝑎𝑟𝑒 ᑭᖇOᘜᗴTTI 𝙞𝙢𝙢𝙤𝙗𝙞𝙡𝙞𝙖𝙧𝙞

QUALI SONO LE SPESE ACCESSORIE DEL MUTUO?

Quando si considera l’acquisto di una casa tramite mutuo, è essenziale comprendere tutte le spese accessorie coinvolte.

Questi costi, spesso una tantum, sono fondamentali per pianificare con precisione il budget necessario per l’acquisto dell’immobile.

Spese di istruttoria del mutuo 

Le spese di istruttoria coprono i costi per l’apertura della pratica di mutuo. La banca richiede un importo per esaminare i documenti presentati e valutare la fattibilità del finanziamento.

Questi costi possono variare tra lo 0,5% e l’1% dell’importo richiesto, e alcune banche possono offrire promozioni che annullano tali spese.

Spese notarili 

Le spese notarili sono tra le più significative. Il notaio è necessario per la stipula del contratto di mutuo ipotecario. I costi possono variare tra i 2.000 e i 3.000 euro, includendo sia la parcella del notaio che l’iscrizione ipotecaria. È importante richiedere un preventivo per avere un’idea precisa delle spese.

Spese di perizia tecnica 

La perizia tecnica è necessaria per valutare il valore dell’immobile e verificare eventuali irregolarità. Il perito, designato dalla banca, addebita una tariffa che può variare tra i 100 e i 300 euro, più IVA e contributi previdenziali, oltre a eventuali spese di viaggio.

Imposta sostitutiva del mutuo 

L’imposta sostitutiva sostituisce altre imposte come quella di registro, ipotecaria, catastale e di bollo. Per la prima casa, questa imposta è pari allo 0,25% dell’importo erogato, mentre per altri immobili è del 2%. Dal 2014, l’imposta fissa è di 50 euro per i mutui stipulati da società finanziarie.



Estinzione anticipata del mutuo

La legge Bersani del 2007 ha eliminato le penali per l’estinzione anticipata dei mutui stipulati dal 2 febbraio 2007. Per i mutui precedenti, sono state concordate penali ridotte tra le associazioni dei consumatori e l’ABI.

Spese di cancellazione ipoteca 

La cancellazione dell’ipoteca può essere effettuata senza notaio grazie alla legge 40/2007. Tuttavia, se si desidera una cancellazione rapida, il costo può variare tra i 500 e i 1.000 euro.

Spese accessorie variabili 

Alcune spese accessorie possono variare in base a diversi fattori:

  • Spese di incasso rata: variano tra 1 e 8 euro per rata, e possono accumularsi significativamente nel tempo.
  • Spese di gestione: indicate nel foglio informativo del mutuo, queste spese annuali dipendono dalla banca.

Spese accessorie fisse 

Le spese accessorie fisse sono generalmente conosciute in anticipo:

  • Certificati: richiesti dal Comune, hanno un costo di 16,32 euro per marca da bollo.
  • Premi assicurativi: spesso richiesti dalla banca, non obbligatori per legge ma necessari per ottenere il mutuo.

Conoscere tutte le spese accessorie del mutuo è cruciale per evitare sorprese e pianificare correttamente il proprio budget. Informarsi in anticipo e richiedere preventivi dettagliati può aiutare a gestire meglio le finanze durante l’acquisto di una casa.