Rifiuti, GIANNINI-MATTIA (LEGA): Biodigestore a Casal Selce è accanimento verso il territorio

“Ogni giorno scopriamo che a Roma e nel Lazio la tracotanza e la sfacciataggine della sinistra raggiungono livelli sempre più alti. Come nel caso del biodigestore a Casal Selce, inserito nel contesto di quel quadrante ovest della città, vedi Malagrotta ad appena un chilometro di distanza, che, in termini di rifiuti, ha già dato tanto, troppo, possiamo tranquillamente dire, oltre ogni limite”. Lo scrivono in una nota Daniele Giannini, consigliere regionale della Lega e Carlo Mattia, capogruppo Lega in Municipio XIII, commentando la notizia che il sindaco Gualtieri intende realizzare un impianto per il conferimento dell’organico a due passi dalla Valle Galeria. “Una scelta assurda – spiegano – che rappresenta un vero e proprio accanimento verso un territorio che da quarant’anni subisce inquinamento ambientale con pesanti ricadute anche sulla salute dei residenti, come dimostrato più volte dalle indagini epidemiologiche. La periferia di Casal Selce, tra l’altro, è zona a carattere agricolo, priva delle giuste infrastrutture di mobilità e urbanizzazione primaria, rendendola assolutamente inadatta per una struttura di quella portata, tanto che la stessa sinistra del locale parlamentino si è detta contraria, andando contro il proprio stesso sindaco. Gualtieri, incurante di tutto e tutti, proprio come Zingaretti e i suoi, tira dritto senza remore, dimostrando ancora una volta  – concludono gli esponenti leghisti – come il Pd sia il partito della prepotenza e della assoluta mancanza di tutela per il territorio”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: