Cerca

Roma-Brighton, il Club inglese avverte i propri tifosi: “A Roma state attenti, città pericolosa…”

In occasione del match di Europa League Roma-Brighton che si disputerà giovedì 7 marzo allo Stadio Olimpico, il club inglese ha avvertito i propri tifosi (circa 3.500 che hanno acquistato il biglietto, più altri che arriveranno in città) dell’alto rischio criminalità per le strade di Roma.

Il Brighton attraverso i propri canali ufficiali ha stilato un decalogo per quanto riguarda le precauzioni alle quali i tifosi dovranno attenersi una volta giunti nella capitale. Il che fa abbastanza sorridere se si pensa alla violenza a cui Roma è stata sottoposta negli anni da parte dei tifosi stranieri “in gita”.

Certo, Roma, da grande metropoli quale è, è quotidianamente soggetta ad atti di criminalità, ma stilare persino un decalogo a scopo precauzionale risulta quantomeno strano.

“A Roma possono verificarsi episodi di criminalità di strada, compresi borseggi”, si legge dalle note ufficiali del club. “Siate vigili, prendete precauzioni e stipulate un’assicurazione di viaggio valida”. Inoltre, si consiglia ai tifosi di nascondere sciarpe e bandiere per le strade della città.

Ma la domanda è: come si comporteranno i tifosi del Brighton nei confronti della città? E pensare che il termine hooligans cioè tifosi violenti, viene coniato proprio in Regno Unito…

Purtroppo, negli ultimi anni, abbiamo assistito a veri e propri atti vandalici, scontri con le forze dell’ordine e disordini generati dall’arrivo di tifoserie straniere nella nostra città, come se a Roma fosse permesso loro di sfogare una rabbia che nei loro paesi è vietato esplicitare.

Tifosi olandesi, ad esempio, qualche anno fa, danneggiarono la fontana della Barcaccia a Piazza di Spagna.

E voi che ne pensate? Roma è davvero pericolosa? I tifosi inglesi devono stare attenti?

Lorenzo Tassi

Condividi articolo