Cerca

Roma – Ecco i nuovi treni per le Metro A e B: in funzione entro fine 2024

A Natale 2024 ci saranno nuovi treni per le linee A e B della metro di Roma Capitale.

L’assessore capitolino ai Trasporti, Eugenio

Patanè, ne annuncia l’arrivo mostrandone i rendering sui canali social.

“Eccoli, bellissimi e fiammanti: sono i nuovi treni, destinati alle linee A e B della metropolitana, che inizieranno ad arrivare a dicembre 2024. La livrea segue le linee guida della Corporate Identity di Roma Capitale. Le proposte di design ed estetica sono state realizzate coniugando l’evoluzione dei veicoli metropolitani di Roma, l’esperienza di viaggio del passeggero, i principi di comfort, sicurezza ed ergonomia.

I treni in arrivo consentiranno ad Atac di garantire frequenze regolari sulla Metro A e, soprattutto, sulla Metro B, la linea che in questi anni ha pagato lo scotto più alto a causa dell’esiguo numero di convogli a disposizione.

A seguire, l’arrivo di ulteriori 16 treni, permetterà alle linee A e B della metropolitana di garantire un servizio efficiente e di qualità per tanti anni a venire.

Mi preme sottolineare che, grazie al rientro di diversi convogli dalla revisione generale, già dal mese di giugno la Linea B potrà contare su 18-20 treni, questo consentirà ad Atac di evitare i frequenti disagi che si sono verificati negli ultimi mesi.”

Molti utenti e pendolari attendono con fiducia e si domandano allo stesso tempo se i nuovi convogli avranno superfici lavabili da ogni tipo di vernice, segnalando che si moltiplicano i raid vandalici contro i mezzi pubblici, anche in movimento.

Romani ed addetti all’accoglienza dei turisti si chiedono se saranno rinnovate anche le infrastrutture ad ogni stazione, rendendole sempre accessibili ad anziani e disabili, lamentando il ripetersi dei funzionamenti di scale mobili, ascensori, servizi igienici e tornelli, suggerendo che i pezzi di ricambio possano essere italiani e di facile reperibilità, limitando al massimo i disagi per gli utenti, anche in vista del prossimo Giubileo 2025 quando il trasporto pubblico sarà il biglietto da visita di Roma Capitale.

Luca Pagni

Condividi articolo