Cerca

Roma, il sistema informatico dell’anagrafe in down da due settimane: lavoratori sul piede di guerra

Ad oggi sembra regnare il caos totale negli uffici dei servizi anagrafici di Roma, a causa del blocco totale del sistema informatico da ormai oltre due settimane; è stato quindi annunciato, a seguito dell’assemblea sindacale delle sigle Usb e Sgb, lo stato di agitazione di tutto il personale degli uffici di anagrafe e di stato civile di Roma Capitale.

I rappresentanti del sindacato spiegano come: “Il personale è costretto alla stesura di alcuni atti a mano e a convivere con difficoltà organizzative tali da costringere i lavoratori ad operare in assenza di direttive precise, privi di una specifica e qualificata formazione, in condizioni di sicurezza spesso messe a repentaglio dall’aggressività di taluni cittadini provati dalle inadempienze e dai ritardi di Roma Capitale riguardo i più elementari diritti sanciti dalle leggi come residenza, stato civile, matrimoni”.

Lo sviluppo digitale sembra quindi aver creato più problemi rispetto a quanti ne abbia risolti, con il lavoro del personale dell’anagrafe che è diventato un vero inferno e con i cittadini sempre più stufi di dover aspettare mesi per ottenere un cambio di residenza. Non bisogna inoltre sottovalutare l’arrivo delle elezioni europee, per le quali l’anagrafe è cruciale poiché tiene i registri elettorali del territorio capitolino.

A questo punto, denunciano i lavoratori degli uffici anagrafici e dello stato civile, sembra evidente che “l’amministrazione pubblica abbia deciso di abbandonare a se stessi i lavoratori”, costretti a risolvere da soli quotidianamente decine di problemi della cittadinanza.

RML per Zona Roma Nord

Condividi articolo