Cerca

ROMA NORD, trenino per Viterbo si ferma per un’ora in galleria, malori e passeggeri a piedi sui binari

Un trenino della linea Roma-Viterbo si è fermato questa mattina per un guasto in una galleria. I passeggeri sono rimasti all’interno dei vagoni per circa un’ora e alcuni hanno avuto dei malori. Poi sono stati fatti scendere a piedi sulle rotaie, con la sola luce dei telefonini e fatti camminare fino a piazzale Flaminio. Lo denuncia Cristina Gimignani, una passeggera che questa mattina era a bordo del treno.

”Dopo una partenza difficoltosa – racconta Gimignani, giornalista Rai – il convoglio si è fermato in mezzo alla galleria prima di arrivare alla fermata di Euclide. I passeggeri sono stati di fatto prigionieri per un’ora, con persone che stavano accusando malori, tra cui io stessa. Una ragazza vicino a me, cercava disperatamente di chiamare un’ambulanza ma sotto la galleria il telefono non prendeva. Il conducente faceva avanti e indietro dalla cabina di comando ed era in contatto con l’esterno grazie al telefono di emergenza. Poi ha aperto una porta a soffietto e alla fine, ci hanno fatto scendere e a piedi sulle rotaie, illuminati dalla luce dei telefoni, siamo arrivati a Flaminio. Con noi, persone anziane che hanno dovuto affrontare una situazione pesante, senza speranza di una navetta sostitutiva”.

”Dopo il nostro arrivo la stazione è stata chiusa e il servizio sospeso – conclude – Ci hanno detto che dipendeva da un guasto riguardante il sistema elettrico. Prendo quella linea da molti anni, ma la situazione degli ultimi mesi, soprattutto dopo l’estate, non si era mai verificata. Ora io mi chiedo se a qualcuno interessa dei passeggeri”.

Condividi articolo