ROMA OVEST, INCENDIO DISCARICA MALAGROTTA. PERICOLO DIOSSINE

Un incendio è scoppiato oggi pomeriggio in un capannone a Malagrotta, la discarica nella zona ovest di Roma.

In base a quanto si apprende si tratterebbe di un capannone con all’interno un gassificatore per il trattamento dei rifiuti che sarebbe inattivo da tempo.

La chiamata è stata girata ai VF dal n.u.e 112.

Sono intervenuti circa 60/70 vigili del fuoco con i propri mezzi ed insieme a persone dell’arma dei Carabinieri.

Al momento non si segnalano feriti.

In corso l’attività di spegnimento.

Per gli abitanti delle zone limitrofe si consiglia di tenere chiuse le finestre.

Idromania e Regione Lazio sono chiusi per la qualità dell’aria.

Il nucleo investigativo sta svolgendo le indagini, tenendo conto del fatto che mentre si spegneva il primo tmb e si stava operando sul posto, ha iniziato a bruciare un altro tmb e le squadre presenti sono diventate poche con un carico di incendio elevato.

L’assessore alle Politiche Abitative, Urbanistica, Ciclo dei rifiuti e impianti di trattamento, Smaltimento e Recupero Massimiliano Valeriani e’ arrivato a Malagrotta per verificare di persona la situazione a seguito dell’incendio che ha colpito gli impianti dell’area.

“Sono qui con la Protezione Civile regionale, l’Arpa Lazio e la struttura del gabinetto del Presidente della Regione – ha spiegato l’assessore – si tratta di una situazione grave. Ora e’ fondamentale pensare alla salute dei cittadini e verificare, grazie all’attività dell’Arpa che è’ già a lavoro, eventuali effetti sulla qualità dell’aria della zona. Nel giro di 24/48 ore avremo i primi risultati. La Regione Lazio sarà al fianco del Comune di Roma per individuare alternative per smaltire le quantità di rifiuti che non potranno essere collocate nell’area di Malagrotta. Voglio esprimere un ringraziamento ai vigili del fuoco, alla protezione civile e alle forze dell’ordine per l’intervento che hanno messo immediatamente in campo”.

Marco Lupo, direttore generale di Arpa Lazio, comunica che :

“A seguito dell’incendio divampato negli impianti di Malagrotta e la successiva nube di fumo che si e’ sviluppata l’Arpa Lazio si è recata immediatamente nell’area colpita e ha installato dei campionatori che serviranno a verificare eventuali effetti sulla qualità dell’aria. Nelle prossime 24/48 ore si avranno i primi riscontri a partire dalle centraline fisse. Nel frattempo si consiglia ai cittadini residenti nell’area di 1 km di tenere chiuse le finestre delle proprie abitazioni”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: