Cerca

Roma, sai cosa si intende con l’espressione “L’acqua del Sindaco”?

Con “acqua del sindaco” si intende l’acqua (potabile) dell’acquedotto cittadino, la stessa acqua che esce dai rubinetti di casa.

Molti comuni italiani hanno messo in atto iniziative per diffondere l’uso dell’acqua pubblica anziché quella comprata in bottiglia. Per difendere l’ambiente.

Roma è una delle poche metropoli al mondo a godere di una rete idrica che, per gran parte dell’acqua erogata, non richiede un trattamento di potabilizzazione preliminare: l’acqua sorgiva prelevata per approvvigionare l’area di Roma e Fiumicino presenta livelli qualitativi eccellenti già all’origine.

“Regina aquarum”, ovvero “regina delle acque”, questo era l’appellativo dell’antica città di Roma, a dimostrazione del fatto che, sin dalla sua fondazione, la sua storia è strettamente legata all’acqua. A partire dal 312 a.C., nell’arco di cinque secoli, vennero realizzati ben 11 acquedotti, con una lunghezza complessiva di condutture pari a 500 km e in grado di garantire una disponibilità idrica senza precedenti: circa 300.000 m3 di acqua al giorno!

Condividi articolo