Cerca

Tomba di Nerone : 80 anni dalla Battaglia di Nikolajewka

Nel Giardino dei Caduti sul fronte russo di Via Cassia, il comitato Nikolajewka, e a una grande rappresentanza delle Forze Armate e delle Associazioni d’Arma, hanno celebrato gli 80 anni dalla Battaglia di Nikolajewka del 26 gennaio 1943.

Dall’autunno 1942 il Corpo d’Armata Alpino, costituito dalle tre Divisioni alpine Cuneense, Tridentina e Julia, era schierato sul fronte del fiume Don, affiancato da altre Divisioni di fanteria italiane, da reparti tedeschi e degli altri alleati, rumeni e ungheresi.

La marcia del Corpo d’Armata Alpino verso la salvezza fu un evento drammatico, doloroso ed allucinante, costellato da innumerevoli episodi di valore, di grande solidarietà, in cui circa 40.000 uomini si batterono disperatamente, senza sosta, per 15 interminabili giorni e dopo 200 chilometri di ripiegamento a piedi e con pochi muli e slitte, sempre aspramente contrastati dai reparti nemici e dai partigiani sovietici, il mattino del 26 gennaio 1943 gli alpini della Tridentina, alla testa di una colonna di 40.000 uomini quasi tutti disarmati e in parte congelati, giunsero davanti a Nikolajewka. Forti del tradizionale spirito di corpo gli alpini del generale Reverberi, dopo una giornata di lotta, espugnarono a colpi di fucile e bombe a mano il paese annientando gli agguerriti difensori annidati nelle case.

Tutta la storia della Battaglia di Nikolajewka è sul sito del Ministero della Difesa.

Tutte le reazioni:

Condividi articolo